Resistenza Romana

Pubblicato: aprile 5, 2012 in Articoli dal Web, Portale Cultura

Resistenzaitaliana.it

Il ferroviere Michele Bolgia, l’angelo del Tiburtino

di Massimo Taborri

Il saggio del Capitano della Guardia di Finanza Gerardo Severino (Michele Bolgia, l’angelo del Tiburtino, edizioni Chillemi, 2011), è uno di quei lavori che non solo contribuiscono ad arricchire la memoria della Resistenza romana di una pagina biografica fino ad oggi scarsamente conosciuta, come quella del ferroviere Michele Bolgia, ma che aiutano a fare luce sulla complessa trama di collegamenti, percorsi e motivazioni che la sottendono, non sempre opportunamente conosciuti e valorizzati.

Al centro del libro vi è infatti la ricostruzione dell’attività di opposizione all’occupazione nazifascista svolta  nell’ambito della stazione Tiburtina da Michele Bolgia e da altri ferrovieri di quell’impianto, grazie alla collaborazione stabilitasi con il locale corpo di guardia delle Fiamme Gialle. Un’attività che si concretizzò (in varie e documentate circostanze) nell’apertura dei carri piombati dei treni merci carichi di uomini razziati per il lavoro coatto, ebrei o renitenti alla leva, in transito o in partenza da quella stazione e destinati al Nord: atti rischiosissimi e operativamente non facili da eseguire, attuati nonostante la vigilanza di soldati della Wermacht che presidiavano gli impianti ferroviari, ma capaci di restituire la libertà e spesso anche la vita a centinaia e centinaia di persone. continua..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...